Archivi categoria: 2012

Monza: i 10/100 li vince Jacky Ickx…

(The René Archives)

Auto Italiana #38/1968
(19 pagg.)

  • Gran Premio d’Italia

  •  
  • Coppa Intereuropa
  • Coppa delle Alpi
  • Coppa Nissena
  • Autoscalata della Maddalena
  • Tolentino-Colle Paternò
  • Europeo della Montagna: Gaisberg 

Breve premessa.

 Da qualche tempo sono affetto da una sintomatologia rara, probabilmente ignota alla scienza. Di fatto non conosco altre persone che soffrano di simili disturbi.
 Si tratta di questo: nel momento in cui mi imbatto in pagine (web o stampate) contenenti dati cronologici in chiaro o scaricabili, vengo assalito da un’ancestrale necessità di intabellarli ed analizzarli. In maniera lucida ma incontrollata apro fogli excel, aziono programmi OCR per il riconoscimento caratteri, accendo scanner, sviluppo e correggo software di mia progettazione…, insomma una serie di azioni che – quasi in stato di trance – mi portano a produrre (e pubblicare…) astruse statistiche che, temo, pochi trovino comprensibili e giustificate. Tali disturbi, fino a poco tempo fa, si manifestavano solo in presenza di PDF di emanazione ufficiale della FIA, e riguardanti i GP di Formula 1; e, tutto sommato, non mi impedivano di condurre una vita normale.
 Ma ultimamemnte si stanno evidenziando sintomi che, purtroppo, posso interpretare solo come una evidente tendenza degenerativa.
 Un possibile, ed unico, sviluppo positivo di questa situazione riguarda la possibilità di vedere in futuro il mio nome apparire in qualche dotta pubblicazione scientifica.
 Un giorno a venire qualche neurologo, portando a termine studi approfonditi sul sottoscritto, potrà divulgare tesi e teorie riguardanti questa disfunzione che potrebbe chiamarsi, la butto lì, Sindrome di Chrono-Temesvar.
 Anche se, com’è noto, è abitudine degli scienziati dare il proprio nome a sindromi di cui sono affetti gli altri…

L’ultima crisi si è prodotta mentre costruivo il PDF allegato a questo post. Se l’avete scaricato avrete notato, nella cronaca del G.P. d’Italia, la presenza della tabellina dei tempi in gara di quasi tutti i piloti;

come nota a margine, vorrei soffermarmi sulla valenza estetica dei tempi al decimo di secondo, piacere al quale ormai non siamo più abituati. A parte l’evidente maggiore concisione ed eleganza rispetto all’ attuale esibizionistico sbragamento di millesimi, volete mettere quel senso di leggero turbamento che ci coglie accorgendoci che due piloti hanno ottenuto esattamente lo stesso tempo? è solo la nostra fantasia o simpatia per uno dei due a farci decidere chi effettivamente è stato più veloce. Queste sensazioni vengono acuite dalla consapevolezza che questi cronometraggi venivano effettuati a mano. E che senso di aleatorietà ci sorprende leggendo che il tempo record ufficiale di Jackie Oliver viene dai più considerato ben poco attendibile. Quanto fascino, ormai perduto, rispetto alle attuali telecronache nelle quali siamo travolti da una valanga di informazioni ed ascoltiamo addirittura le conversazioni fra tecnici e pilota?
Ad ogni modo, la gara è stata vinta dalla vecchia volpe Denis Hulme, mentre Jacky Ickx (a causa di problemi d’alimentazione) perde in volata un secondo posto ormai conquistato, a vantaggio della Matra di Servoz-Gavin.
 Hulme vince in un’ora e quaranta minuti, che potrebbe essere la durata di un gran premio odierno, ma non facciamoci ingannare: la distanza percorsa è di 391 km, 68 giri del tracciato senza chicanes.

La classifica sui 10 giri consecutivi è appannaggio di Ickx, nel corso della sequenza fra il 50. ed il 59. giro, cioè appena prima del forse inutile pit stop. Hulme il più regolare.

Sulla distanza dei 100 km (18 giri) è sempre il giovane belga della Ferrari a imporsi grazie alla sua rincorsa nella seconda parte di gara, e durante la quale al 53. giro effettuerà quell’ 1’26″6 che dovrebbe essere il “vero” giro più veloce, e che ripeterà al 63.
Non mi sembra qui il caso di calcolare gli stint più lunghi, visto che il neozelandese Hulme ha percorso i 391 km senza fermarsi ai box…


E dopo questo tuffo all’indietro nel tempo, passiamo alle Coppe Temesvar 2012.
A Monza entrambe le classifiche sono dominate dal messicano Perez, e chi ha visto la gara certamente non proverà stupore a questa notizia. I suoi ultimi 10 giri di gara sono indiavolati, anche se il duo Mercedes non sembra molto più lento. Alonso fra i più regolari, ma meglio di tutti Pic (391/1000 di gap fra il migliore ed il peggiore della sua sequenza), anche se solo 17. in questa classifica.

G.P. Italy – LAPS: 10

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 15 Perez 14’39,424 237,142 44./53. 0,788
2. 8 Rosberg 14’40,107 236,958 44./53. 1,522
3. 7 Schumacher 14’42,302 236,368 44./53. 1,268
4. 18 Maldonado 14’44,932 235,666 39./48. 1,020
5. 4 Hamilton 14’49,999 234,324 44./53. 1,000
6. 19 Senna 14’50,409 234,216 43./52. 0,944
7. 12 Hulkenberg 14’50,967 234,069 40./49. 1,203
8. 1 Vettel 14’51,213 234,005 38./47. 1,180
9. 5 Alonso 14’51,283 233,986 36./45. 0,623
10. 16 Ricciardo 14’51,614 233,899 43./52. 1,266
 La classifica della Ten Laps vede quindi ancora in testa Raikkonen seguito da Vettel, ma Perez si sta dimostrando un pericoloso habituè di questi sprint di fine gara.

10 giri fino a GBR GER HUN BEL ITA TOT
Raikk 34 4 9 47
Vettel 28 9 1 38
Perez 18 3 6 9 36
Rosbe 17 6 6 29
Webber 23 3 26
Massa 16 4 20
Grosje 19 19
Hamil 14 3 2 19
Schum 6 9 4 19
Alonso 12 2 1 15

eccetera.

Anche nella 100 km pesa la tattica-gomme e la rincorsa finale di Sergio Perez.
G.P. Italy – LAPS: 18

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 15 Perez 26’26,321 236,640 36./53. 2,465
2. 4 Hamilton 26’45,356 233,834 36./53. 1,238
3. 5 Alonso 26’45,758 233,775 28./45. 0,953
4. 19 Senna 26’47,211 233,564 35./52. 1,176
5. 16 Ricciardo 26’47,586 233,509 35./52. 1,569
6. 12 Hulkenberg 26’47,752 233,485 32./49. 1,205
7. 10 D’Ambrosio 26’50,320 233,113 36./53. 2,029
8. 18 Maldonado 26’50,986 233,017 36./53. 17,888
9. 11 Di Resta 26’51,583 232,930 35./52. 1,019
10. 14 Kobayashi 26’51,808 232,898 36./53. 1,652
11. 6 Massa 26’52,922 232,737 24./41. 1,683
12. 8 Rosberg 26’53,106 232,710 20./37. 2,212
13. 9 Raikkonen 26’53,197 232,697 35./52. 2,744
14. 2 Webber 26’53,822 232,607 29./46. 1,556
15. 7 Schumacher 26’55,060 232,429 36./53. (37.) 19,619
16. 1 Vettel 27’01,659 231,483 30./47. (34.) 12,096
17. 3 Button 27’10,665 230,204 4./21. 0,772
18. 24 Glock 27’16,238 229,420 35./52. 3,224
19. 21 Petrov 27’16,246 229,419 22./39. 0,825
20. 20 Kovalainen 27’18,708 229,075 21./38. 0,960
21. 25 Pic 27’24,082 228,326 34./51. (35.) 19,092
22. 22 De La Rosa 27’24,160 228,315 35./52. 2,036
23. 23 Karthikeyan 27’33,236 227,062 32./49. 1,983
Ho riportato tutta la classifica sui 18 giri; mi sembra interessante notare sia la regolarità di Button, sia come  la sequenza più veloce di Schumacher comprenda il pit stop, risultando comunque globalmente più veloce della sequenza precedente alla fermata.

Classifica della 100 km dopo Monza:

100 km fino a GBR GER HUN BEL ITA TOT
Raikk 25 3 9 4 41
Alonso 23 4 2 4 33
Webber 29 1 30
Vettel 22 2 6 30
Hamil 15 6 6 27
Rosbe 25 25
Perez 10 6 9 25
Maldo 17 17
Massa 4 4 9 17
e gli altri.

 La battuta d’arresto di Kimi in entrambe le classifiche trova degno contraltare, e forse parziale spiegazione, nel fatto che sia proprio lui lo stinter (*) vincente a Monza, grazie al suo cambio gomme molto anticipato: 208 km di seguito, ma ricordiamoci dei 391 km dell’ “orso” neozelandese.

STINTS: G.P. Italy

POS. NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H
1 9 Raikkonen 208,548 18 53 02 02 54’10,895 230,943
2 6 Massa 196,962 20 53 02 02 51’18,057 230,360
3 5 Alonso 191,169 21 53 02 02 49’36,260 231,232
4 14 Kobayashi 191,169 21 53 02 02 49’43,211 230,693
5 11 Di Resta 185,376 22 53 02 02 48’09,172 230,984
6 4 Hamilton 173,790 24 53 02 02 44’54,739 232,172
7 2 Webber 173,790 22 51 02 02 45’50,894 227,432
8 22 De La Rosa 173,790 23 52 02 02 46’15,709 225,399

 eccetera.

(*) si dice stinter? boh.

aggiornamenti 10/100 e altro, indici, testate e sindromi

Post eterogeneo, e anche parecchio.

Cominciamo con il PDF che avevo messo a disposizione nel post del 3 luglio scorso ma che era monco quanto bastava per non permettere la lettura completa delle cronache dei Rally d’Antibes e del Marocco.
Rieccolo quindi, il PDF, ma con le due pagine in più: https://v8blog1976.files.wordpress.com/2012/08/as-76-27-21p.pdf#page=1.

Gli indici di V8blog: grazie ancora una volta a Scott, abbiamo anche quello del 1972!
E’ raggiungibile, come gli altri, dall’elenco delle pagine sotto l’intestazione del blog.

A proposito di intestazione… vorrei, come fanno molti blog seri, cambiare di tanto in tanto l’immagine che soggiace al titolo del blog (di quella attuale è autore Antonio Pannullo).
Se qualche lettore vuole proporre un’immagine che campeggi (per circa una settimana) in cima al blog, si faccia avanti, proponendo un disegno o una fotografia di cui deve essere autore o detentore dei diritti.
Dimensione: in orizzontale, almeno 970 pixel e di forma possibilmente oblunga, che sia compatibile con la presenza del titolo del blog sulla sinistra.

E, finalmente, arriviamo al 10/100 Temesvar Trophy.

Il Gran Premio a Spa-Francorchamps, per quanto riguarda le nostre classifiche, ha più confermato che messo in discussione certi valori che si sono andati delineando nel corso dell’anno e soprattutto delle ultime gare, anche se ovviamente l’andamento della gara è stato (forse pesantemente) condizionato dal parapiglia alla Source. Ad ogni modo, sui 10 giri secchi, il Kimi volante prevale (ma ci ha ormai abituato alle sue rincorse di fine gara), mentre anche Massa e Hulkenberg, negli ultimi 10 giri, si sono dati molto da fare. Button solo quinto, il che dimostra che le gare si vincono anche sulla regolarità (e difatti eccelle con i suoi 7/10 di differenza fra il giro “lento” e quello più veloce dei suoi 10). Non parliamo di quanto, in questo campionato, sia stato spesso poco significativo il giro più veloce, in questa gara appannaggio di Bruno Senna, che in questa classifica è solo 13.o.

G.P. Belgium – LAPS: 10

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 9 Raikkonen 19’02,777 220,641 34./43. 1,730
2. 12 Hulkenberg 19’03,091 220,581 35./44. 2,453
3. 6 Massa 19’03,577 220,487 35./44. 2,006
4. 2 Webber 19’05,840 220,052 35./44. 2,160
5. 3 Button 19’06,557 219,914 34./43. 0,733
6. 1 Vettel 19’06,679 219,891 34./43. 1,278

La classifica della Ten Laps vede Kimi allontanarsi ulteriormente dagli inseguitori:

 

10 giri fino a GBR GER HUN BEL TOT
Raikk 34 4 9 47
Vettel 28 9 1 38
Perez 18 3 6 27
Webber 23 3 26
Rosbe 17 6 23
Massa 16 4 20
Grosje 19 19
Hamil 14 3 17
Schum 6 9 15
Alonso 12 2 1 15

e poi gli altri.

La “100 km”, cioè 15 giri (e 105,06 km, per essere precisi) vede confermare la prova tutto sommato egregia del brasiliano della Ferrari. Impressiona Vettel che gira, con precisione teutonica, fra il 1’54″982 del 32. giro e il 1’54″198 del 39. (suo g.p.v.) e conquista la seconda posizione.

G.P. Belgium – LAPS: 15

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 6 Massa 28’33,864 220,680 29./43. 2,294
2. 1 Vettel 28’40,045 219,887 25./39. 0,784
3. 9 Raikkonen 28’41,970 219,641 30./44. 3,067
4. 12 Hulkenberg 28’42,546 219,568 30./44. 3,061
5. 3 Button 28’42,566 219,565 29./43. 1,459
6. 2 Webber 28’44,846 219,275 29./43. 2,956
7. 11 Di Resta 28’53,081 218,233 28./42. 2,957
8. 16 Ricciardo 28’56,838 217,761 30./44. 2,799
9. 8 Rosberg 29’02,051 217,110 30./44. (36.) 13,202
10. 17 Vergne 29’03,020 216,989 30./44. 13,657

E anche nella classifica del trofeo dei “100km sprint”, Raikkonen sembra controllare la situazione.

 

100 km fino a GBR GER HUN BEL TOT
Raikk 25 3 9 4 41
Webber 29 1 30
Vettel 22 2 6 30
Alonso 23 4 2 29
Rosbe 25 25
Hamil 15 6 21
Maldo 17 17
Massa 4 4 9 17
Perez 10 6 16
Grosj 14 1 15
Koba 3 9 3 15

eccetera.

Tempo pochi giorni, e vedremo se Monza smuoverà le acque o ci darà ulteriori conferme.


Gli stints:

La tattica dell’unica sosta, oltretutto anticipata rispetto agli altri, permette a Pic di fare più chilometri di tutti, e di occupare, tra l’altro, anche la 12. posizione. Button fa un giro in meno di Pic (pur doppiandolo…) col suo secondo stint.

STINTS: G.P. Belgium

POS. NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H
1 25 Pic 175,100 19 43 02 02 50’01,918 209,985
2 3 Button 168,096 21 44 02 02 46’10,401 218,432
3 1 Vettel 161,092 22 44 02 02 44’11,077 218,753
4 19 Senna 161,092 17 39 02 03 45’05,530 214,350
5 1 Vettel 147,083 01 21 01 02 45’11,077 195,310
6 14 Kobayashi 140,080 25 44 04 04 39’22,362 213,467
7 3 Button 140,080 01 20 01 02 42’58,128 195,602
8 8 Rosberg 140,080 01 20 01 03 43’38,693 192,572
9 7 Schumacher 133,076 01 19 01 03 41’17,625 193,360
10 11 Di Resta 126,072 27 44 03 03 34’49,924 217,165
11 24 Glock 126,072 26 43 03 03 35’44,550 211,633
12 25 Pic 126,072 01 18 01 02 40’18,055 187,695

Ecco il consueto riassunto dei migliori long-runner gara per gara:

STINTS: Summary

NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H _____G.P._____
18 Maldonado 229,748 13 51 03 03 64’42,636 213,024 Great Britain
5 Alonso 222,411 20 70 02 02 67’00,820 199,133 Canada
11 Di Resta 184,246 24 57 02 02 62’53,965 175,752 Europe
15 Perez 180,302 25 58 02 02 56’10,363 192,586 Australia
17 Vergne 177,019 18 70 02 03 71’30,835 148,519 Monaco
25 Pic 175,100 19 43 02 02 50’01,918 209,985 Belgium
9 Raikkonen 152,628 29 56 03 03 48’26,919 189,018 China
4 Hamilton 149,661 15 41 03 04 54’00,711 166,253 Malaysia
4 Hamilton 144,305 36 66 03 03 46’38,679 185,622 Spain
14 Kobayashi 140,192 09 40 02 03 47’55,922 175,488 Hungary
9 Raikkonen 132,645 39 67 03 03 38’52,167 204,756 Germany
11 Di Resta 129,888 34 57 03 03 39’54,220 195,302 Bahrain

Appelli e classifiche

V8eng.blog torna dalle brevi ferie e come prima cosa che fa? Ovviamente vi propina le ormai inevitabili classifiche dei “Temesvar 10/100 Trophy” relativi ai Gran Premi di Germania ed Ungheria.


Ma prima di iniziare, un appello:

Nicola, un esperto modellista, cerca informazioni relative alla gloriosa P/34 Tyrrell, insomma schemi, fotografie, disegni, …  che possano esaudire i seguenti quesiti:

“impianto elettrico e impianto di estinzione incendi, dove erano montati gli ugelli per spargere il fluido estinguente nel cockpit e nel vano motore ? E come erano collegate le tre batterie al resto dell’impianto elettrico?”

Domande molto specialistiche; i lettori in grado di apportare un aiuto sono pregati di farsi vivi…


E andiamo con Hockenheim.

Nonno Schumi eccelle sulla distanza dei 10 giri rifilando 3 secondi a Rosberg

G.P. Germany – LAPS: 10

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 7 Schumacher 13’09,760 208,499 55./64. 0,544
2. 8 Rosberg 13’12,929 207,665 58./67. 0,462
3. 14 Kobayashi 13’13,386 207,546 52./61. 0,410
4. 15 Perez 13’14,972 207,132 56./65. 0,554
5. 5 Alonso 13’17,168 206,561 57./66. 0,998
6. 12 Hulkenberg 13’17,355 206,513 53./62. 0,584

Eccellono meno i due della Red Bull e Button che si dimostrano però molto regolari, con solo 3 decimi fra il migliore ed il peggior giro dei 10:

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
7. 9 Raikkonen 13’17,415 206,497 52./61. 0,614
8. 1 Vettel 13’17,965 206,355 54./63. 0,337
9. 6 Massa 13’18,453 206,229 58./67. 2,080
10. 17 Vergne 13’19,202 206,036 57./66. 0,553
11. 2 Webber 13’19,391 205,987 57./66. 0,306
12. 3 Button 13’19,645 205,921 53./62. 0,373

Sui 100 km Schumacher non può ripetersi, dato che la sua sequenza migliore ingloba il cambio gomme, ma ciò nonostante riesce a rimanere fra i più veloci. Vince quindi Kobayashi, e Button appare il più regolare.

G.P. Germany – LAPS: 22

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 14 Kobayashi 29’09,429 207,074 45./66. 1,017
2. 15 Perez 29’14,495 206,476 46./67. 1,272
3. 5 Alonso 29’17,709 206,098 45./66. 1,280
4. 9 Raikkonen 29’17,761 206,092 40./61. 1,208
5. 1 Vettel 29’19,405 205,900 46./67. 1,299
6. 3 Button 29’19,897 205,842 42./63. 0,570
7. 7 Schumacher 29’25,590 205,178 46./67. (52.) 14,763

Non dimentichiamoci di controllare chi ha fatto gli stint più lunghi:

 STINTS: G.P. Germany

POS. NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H
1 9 Raikkonen 132,645 39 67 03 03 38’52,167 204,756
2 16 Ricciardo 132,645 39 67 03 03 39’17,417 202,562
3 11 Di Resta 132,645 11 39 02 03 40’05,978 198,474
4 11 Di Resta 128,071 40 67 03 03 37’48,739 203,222
5 2 Webber 128,071 13 40 02 03 38’38,410 198,868
6 4 Hamilton 128,071 04 31 02 04 38’51,268 197,771

Primato non eclatante in chilometraggio, e diviso fra 3 piloti, fra i quali Di Resta che appare anche in quarta posizione.


Passiamo alla recente corsa all’Hungaroring, dove le rincorse sul finale di gara di Vettel, Perez e Raikkonen pesano parecchio, stabilendo la graduatoria sulla distanza corta:

G.P. Hungary – LAPS: 10

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 1 Vettel 14’08,171 185,948 60./69. 1,545
2. 15 Perez 14’16,085 184,229 57./66. 0,647
3. 9 Raikkonen 14’20,473 183,290 59./68. 0,553
4. 4 Hamilton 14’20,588 183,265 59./68. 0,949
5. 18 Maldonado 14’20,815 183,217 57./66. 0,764
6. 5 Alonso 14’21,680 183,033 60./69. 0,791
7. 6 Massa 14’21,815 183,004 53./62. 0,637
8. 2 Webber 14’22,782 182,799 57./66. 0,760
9. 11 Di Resta 14’23,084 182,735 52./61. 0,730
10. 14 Kobayashi 14’23,284 182,693 54./63. 1,021

con un Massa abbastanza veloce e secondo solo a Kimi in regolarità.

Ma è sugli ultimi 100 km di gara che quasi tutti ottengono le loro migliori prestazioni sulla distanza – appunto – dei 100 km, e primeggia Kimi Raikkonen (anche come regolarista) con Hamilton che lo controlla. Massa ottiene quasi lo stesso tempo dell’inglese ed anche questa volta è molto regolare.

G.P. Hungary – LAPS: 23

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 9 Raikkonen 33’03,875 182,848 47./69. 0,872
2. 4 Hamilton 33’07,266 182,536 47./69. 1,560
3. 6 Massa 33’07,344 182,528 45./67. 1,098
4. 14 Kobayashi 33’08,557 182,417 43./65. 1,412
5. 5 Alonso 33’09,463 182,334 47./69. 1,666
6. 10 Grosjean 33’11,746 182,125 47./69. 1,503
7. 3 Button 33’12,050 182,097 47./69. 1,594
8. 1 Vettel 33’12,196 182,084 47./69. (58.) 17,276
9. 19 Senna 33’14,285 181,893 47./69. 1,249
10. 12 Hulkenberg 33’17,192 181,628 47./69. 2,137

 
Gli stint sono di lunghezza piuttosto standard, con poco da segnalare:

STINTS: G.P. Hungary

POS. NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H
1 14 Kobayashi 140,192 09 40 02 03 47’55,922 175,488
2 11 Di Resta 135,811 39 69 03 03 45’17,938 179,886
3 10 Grosjean 131,430 40 69 03 03 43’40,321 180,568
4 12 Hulkenberg 131,430 40 69 03 03 43’47,335 180,086
5 4 Hamilton 127,049 41 69 03 03 42’03,607 181,239
6 8 Rosberg 127,049 41 69 03 03 42’19,821 180,082

A questo proposito, ripropongo il riassuntino degli stint più lunghi nei vari G.P.:

STINTS: Summary

NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H _____G.P._____
18 Maldonado 229,748 13 51 03 03 64’42,636 213,024 Great Britain
5 Alonso 222,411 20 70 02 02 67’00,820 199,133 Canada
11 Di Resta 184,246 24 57 02 02 62’53,965 175,752 Europe
15 Perez 180,302 25 58 02 02 56’10,363 192,586 Australia
17 Vergne 177,019 18 70 02 03 71’30,835 148,519 Monaco
9 Raikkonen 152,628 29 56 03 03 48’26,919 189,018 China
4 Hamilton 149,661 15 41 03 04 54’00,711 166,253 Malaysia
4 Hamilton 144,305 36 66 03 03 46’38,679 185,622 Spain
14 Kobayashi 140,192 09 40 02 03 47’55,922 175,488 Hungary
9 Raikkonen 132,645 39 67 03 03 38’52,167 204,756 Germany
11 Di Resta 129,888 34 57 03 03 39’54,220 195,302 Bahrain

E finalmente, ecco le classifiche aggiornate delle due specialità: dopo la battuta d’arresto in Germania, Vettel e Raikkonen riprendono il controllo della situazione della Ten Laps e sembrano decisi a giocarsi fra loro il primato.

10 giri fino a GBR GER HUN TOT
Raikk 34 4 38
Vettel 28 9 37
Perez 18 3 6 27
Webber 23 23
Rosbe 17 6 23
Grosje 19 19
Hamil 14 3 17
Massa 16 16
Schum 6 9 15
Alonso 12 2 1 15
Vergne 12 12
Kobay 8 4 12
Maldo 8 2 10
Button 8 8
Hulke 1 1 2
Ricci 1 1

Sui “100 km” Kimi porta proficuamente a termine la sua rincorsa su Webber, inconcludente in queste gare di metà campionato, il quale viene raggiunto anche da Alonso.

A questo proposito, possiamo osservare como lo spagnolo, un po’ scarso sui 10 giri secchi, sembra più a suo agio sulla distanza più lunga, e ancora molto più a suo agio sulla distanza dell’intera gara, il che confermerebbe quanto si dice sulla sua capacità di avere una visione estremamente lucida della corsa, finalizzata al massimo del risultato.

100km fino a GBR GER HUN TOT
Raikk 25 3 9 37
Webber 29 29
Alonso 23 4 2 29
Rosbe 25 25
Vettel 22 2 24
Hamil 15 6 21
Maldo 17 17
Perez 10 6 16
Grosj 14 1 15
Koba 3 9 3 15
Riccia 10 10
Hulke 8 8
Massa 4 4 8
Button 6 1 7
Schum 6 6
Senna 5 5
Di Res 3 3


E adesso, un mesetto senza “10/100” e relative classifiche, che riprenderanno col fresco (speriamo) settembrino.

A Silverstone le Lotus spadroneggiano nella 10/100 Cup

Nell’analisi dei cronologici del G.P. d’Inghilterra appare evidente il dominio del duo Raikkonen-Grosjean, che, o l’uno o l’altro, effettuano le sequenze più veloci su tutte le distanze che vanno dal giro unico (cioè il giro più veloce) fino ai 34 giri consecutivi; ed anche dai 42 ai 49 giri, per dire.
Di conseguenza vincono facile sia la classifica sui 10 giri:

G.P. Great Britain – LAPS: 10

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 9 Raikkonen 15’52,650 222,617 41./50. 0,896
2. 10 Grosjean 15’55,145 222,035 42./51. 0,953
3. 1 Vettel 15’55,577 221,935 43./52. 1,084
4. 6 Massa 15’56,316 221,764 41./50. 1,331
5. 2 Webber 15’56,425 221,738 43./52. 1,635
6. 7 Schumacher 15’57,393 221,514 43./52. 0,930

che quella sui 100 km:

G.P. Great Britain – LAPS: 17

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 9 Raikkonen 27’05,026 221,861 36./52. 1,951
2. 10 Grosjean 27’05,431 221,805 35./51. 1,249
3. 1 Vettel 27’09,107 221,305 36./52. 1,900
4. 2 Webber 27’09,175 221,296 36./52. 1,635
5. 7 Schumacher 27’11,218 221,018 36./52. 1,683
6. 16 Ricciardo 27’18,184 220,079 36./52. 3,106

da notare che sui 10 giri Ricciardo e Rosberg si rivelano i più regolari con soli 809 millisecondi di differenza fra il migliore ed il peggior giro dei 10, mentre Button spicca come il più regolare sui 17 giri che costituiscono la distanza dei 100 km (0,847″) e direi che è l’unica impresa eclatante del pilota inglese in questa gara.


Flashback.
Al momento di azionare il software che mi fornisce questi numeri, grande sorpresa nel responso sul singolo giro, che riporto:

G.P. Great Britain – LAPS: 1

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 14 Kobayashi 1’34,608 224,163 37./37. (37.) 0,000
2. 2 Webber 1’34,628 224,115 33./33. (33.) 0,000
3. 9 Raikkonen 1’34,661 224,037 50./50. 0,000
4. 5 Alonso 1’34,738 223,855 37./37. (37.) 0,000
5. 10 Grosjean 1’34,884 223,511 50./50. 0,000

Ohibò, esclamo. Ma il giro più veloce non l’aveva fatto Kimi Raikkonen?
Il gran caldo portato dagli anticicloni (Caronte, Minosse o chi per loro) avrà frullato le già fragili istruzioni del programma che ho elaborato con tanta cura?
Controllo sui cronologici forniti dalla FIA… ebbene, quei giri stratosferici che appaiono nella mia classifica “one lap” esistono davvero, non sono stati inventati dal programma, ma sono presenti anche nei PDF ufficiali; solo che non vengono considerati nell’attribuzione dei giri veloci. Si tratta sempre del giro che precede l’entrata ai box. Ipotesi: il rilevamento del tempo in questi casi non avviene sulla linea “solita”, generalmente nei pressi del traguardo, ma un po’ prima, ed il “resto” va a finire nel giro successivo. Altra ipotesi: a Silverstone entrare ai box equivale effettivamente a fare un po’ meno strada, e questo basta a fare quei tempi “atipici”, specialmente se il tempo vien preso prima della linea di rallentamento per la pit lane.
Stranezze. E fine flashback.


Aggiorniamo quindi le classifiche delle due specialità:

10 giri AUS MAL CHN BAH SPA MON CAN EUR GBR TOT
Raikk 9 6 6 2 2 9 34
Vettel 9 9 6 4 28
Webber 6 6 2 1 6 2 23
Grosjean 4 9 6 19
Perez 3 9 6 18
Rosberg 3 1 1 3 9 17
Massa 4 9 3 16
Hamilt 3 4 3 4 14
Vergne 9 3 12
Alonso 1 2 4 2 3 12
100 km AUS MAL CHN BAH SPA MON CAN EUR GBR TOT
Webber 3 9 4 1 3 6 3 29
Rosberg 9 3 9 4 25
Raikk 2 2 3 6 3 9 25
Alonso 2 6 6 9 23
Vettel 9 4 4 1 4 22
Maldon 4 2 9 2 17
Hamilt 9 2 4 15
Grosjean 6 2 6 14
Perez 1 9 10
Riccia 6 3 1 10

 
Kimi rafforza la leadership nei 10 giri, e raggiunge al secondo posto lo spento Rosberg nei 100 km, intenzionato a insidiare la prima posizione di Webber.


E parliamo adesso di stint, quelli più lunghi per la precisione.

Maldonado e Perez entrano ai box entrambi all’11. giro, ne escono, collidono, Perez ha la peggio, il venezuelano ritorna ai box e non si fermerà più fino alla fine. Conquista così il primato in questa speciale classifica, che peraltro, in questo G.P., ha visto degli stint di lunghezza equilibrata.

STINTS: G.P. Great Britain

POS. NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H
1 18 Maldonado 229,748 13 51 03 03 64’42,636 213,024
2 22 De La Rosa 159,056 01 27 01 02 46’26,840 205,467
3 10 Grosjean 153,166 27 52 03 03 41’59,108 218,886
4 4 Hamilton 141,384 29 52 03 03 39’06,021 216,955
5 10 Grosjean 141,384 03 26 02 03 39’57,127 212,330
6 16 Ricciardo 135,492 30 52 03 03 37’21,964 217,565
7 22 De La Rosa 135,492 28 50 02 02 38’59,872 208,462
8 19 Senna 129,601 31 52 03 03 35’45,402 217,472
9 5 Alonso 129,601 16 37 02 03 35’59,760 216,027
10 6 Massa 129,601 14 35 02 03 36’09,531 215,054

Compaiono due volte nella classifica dei primi 10: De La Rosa, grazie all’unico cambio gomme, e Grosjean, che dopo lo stop al secondo giro causa contatto, effettua due stint di lunghezza simile.

Con questa performance, Maldonado ottiene anche il primo posto nella classifica generale, nella quale occupa anche l’undicesimo posto. Come avviene per Bruno Senna, che compare due volte nelle prime posizioni.

STINTS: G.P. ALL

POS. NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H _____G.P._____
1 18 Maldonado 229,748 13 51 03 03 64’42,636 213,024 Great Britain
2 5 Alonso 222,411 20 70 02 02 67’00,820 199,133 Canada
3 10 Grosjean 213,688 22 70 02 02 63’56,896 200,495 Canada
4 1 Vettel 204,967 17 63 02 03 61’56,139 198,561 Canada
5 14 Kobayashi 200,606 25 70 02 02 60’12,500 199,911 Canada
6 6 Massa 200,606 13 58 02 03 60’49,476 197,886 Canada
7 19 Senna 200,606 24 69 02 02 60’57,114 197,473 Canada
8 11 Di Resta 184,246 24 57 02 02 62’53,965 175,752 Europa
9 15 Perez 180,302 25 58 02 02 56’10,363 192,586 Australia
10 19 Senna 178,827 25 57 03 03 60’12,286 178,218 Europa
11 18 Maldonado 178,800 30 70 02 02 53’41,842 199,787 Canada

 E di queste classifiche riparleremo, causa vacanze, dopo il G.P. d’Ungheria…

Rosberg ancora protagonista nei campionati 10/100

Il tedesco è protagonista positivo e negativo: dopo il G.P. d’Europa perde la testa a favore di Webber nella classifica sui 100 km, ma riguadagna posizioni nella “10 giri”.
Ecco com’è andata a Valencia sulla distanza dei 100 km:

G.P. Europe – LAPS: 19

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 5 Alonso 33’05,015 186,729 36./54. 1,687
2. 2 Webber 33’05,860 186,649 39./57. 10,451
3. 4 Hamilton 33’07,123 186,531 35./53. 1,365
4. 9 Raikkonen 33’07,394 186,505 35./53. 2,250
5. 18 Maldonado 33’07,914 186,457 36./54. 2,283
6. 19 Senna 33’11,009 186,167 37./55. 1,530
7. 12 Hulkenberg 33’14,117 185,877 36./54. 2,150
8. 7 Schumacher 33’16,195 185,683 37./55. (41.) 15,398
9. 11 Di Resta 33’16,731 185,633 35./53. 2,327
10. 15 Perez 33’17,182 185,591 36./54. 4,055

e queste sono le prestazioni sui 10 giri:

G.P. Europe – LAPS: 10

POS. NUM. DRIVER__________ TIME__ _KM/H _____LAPS: FROM/TO (PIT) _____GAP
1. 8 Rosberg 17’14,187 188,635 48./57. 3,148
2. 2 Webber 17’15,812 188,339 40./49. 1,602
3. 7 Schumacher 17’15,824 188,337 43./52. 0,997
4. 5 Alonso 17’20,623 187,468 38./47. 1,026
5. 9 Raikkonen 17’22,750 187,086 37./46. 1,197
6. 18 Maldonado 17’22,802 187,077 38./47. 0,441
7. 4 Hamilton 17’22,891 187,061 37./46. 0,469
8. 15 Perez 17’23,268 186,993 41./50. 1,471
9. 12 Hulkenberg 17’24,985 186,686 38./47. 0,514
10. 16 Ricciardo 17’25,614 186,574 48./57. 1,202

le classifiche aggiornate dei campionati sono quindi:

100 km AUS MAL CHN BAH SPA MON CAN EUR TOT
Webber 3 9 4 1 3 6 26
Rosberg 9 3 9 4 25
Alonso 2 6 6 9 23
Vettel 9 4 4 1 18
Maldon 4 2 9 2 17
Raikk 2 2 3 6 3 16
Hamilt 9 2 4 15
Perez 1 9 10

etc.

10 giri AUS MAL CHN BAH SPA MON CAN EUR TOT
Raikk 9 6 6 2 2 25
Vettel 9 9 6 24
Webber 6 6 2 1 6 21
Perez 3 9 6 18
Rosberg 3 1 1 3 9 17
Hamilt 3 4 3 4 14
Grosjean 4 9 13
Massa 4 9 13
Vergne 9 3 12
Alonso 1 2 4 2 3 12

etc.

Ed eccoci invece agli stints più lunghi:

a Valencia Paul Di Resta tiene duro col suo primo treno di gomme ed effettua un solo stop, e con la sua seconda parte di gara particolarmente lunga conquista il primato:

STINTS: G.P. Europa

POS. NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H
1 11 Di Resta 184,246 24 57 02 02 62’53,965 175,752
2 19 Senna 178,827 25 57 03 03 60’12,286 178,218
3 15 Perez 173,408 26 57 03 03 59’19,862 175,363
4 3 Button 167,988 27 57 03 03 57’35,312 175,023
5 20 Kovalainen 162,570 28 57 03 03 55’46,332 174,893
6 25 Pic 157,151 29 57 03 03 53’39,628 175,717
7 5 Alonso 157,151 29 57 03 03 53’45,030 175,422
8 9 Raikkonen 157,151 29 57 03 03 53’46,734 175,330
9 12 Hulkenberg 157,151 29 57 03 03 53’48,760 175,220
10 18 Maldonado 157,151 29 57 03 03 54’08,272 174,167

La sua prestazione rientra quindi fra le migliori dieci nell’ambito dell’intero campionato:

STINTS: G.P. ALL

POS. NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H _____G.P._____
1 5 Alonso 222,411 20 70 02 02 67’00,820 199,133 Canada
2 10 Grosjean 213,688 22 70 02 02 63’56,896 200,495 Canada
3 1 Vettel 204,967 17 63 02 03 61’56,139 198,561 Canada
4 14 Kobayashi 200,606 25 70 02 02 60’12,500 199,911 Canada
5 6 Massa 200,606 13 58 02 03 60’49,476 197,886 Canada
6 19 Senna 200,606 24 69 02 02 60’57,114 197,473 Canada
7 11 Di Resta 184,246 24 57 02 02 62’53,965 175,752 Europa
8 15 Perez 180,302 25 58 02 02 56’10,363 192,586 Australia
9 19 Senna 178,827 25 57 03 03 60’12,286 178,218 Europa
10 18 Maldonado 178,800 30 70 02 02 53’41,842 199,787 Canada

Riepilogo degli stint-record per ogni Gran Premio:

STINTS: Summary

NUM. DRIVER_____ ___KM ___LAPS: FROM/TO ___STINT/TOT _____TIME ___KM/H _____G.P._____
5 Alonso 222,411 20 70 02 02 67’00,820 199,133 Canada
11 Di Resta 184,246 24 57 02 02 62’53,965 175,752 Europa
15 Perez 180,302 25 58 02 02 56’10,363 192,586 Australia
17 Vergne 177,019 18 70 02 03 71’30,835 148,519 Monaco
9 Raikkonen 152,628 29 56 03 03 48’26,919 189,018 China
4 Hamilton 149,661 15 41 03 04 54’00,711 166,253 Malaysia
4 Hamilton 144,305 36 66 03 03 46’38,679 185,622 Spain
11 Di Resta 129,888 34 57 03 03 39’54,220 195,302 Bahrain